Progetto Alta Valsessera


Un laboratorio

Il progetto di studio sull’Alta Valsessera, iniziato nel 1991 e inserito nel progetto “Alpi e cultura” sviluppato in quegli anni dalla Regione Piemonte, ha l’intento di esaminare scientificamente gli aspetti geologici, ambientali, naturalistici, archeologici, storici, etnografici e, più in generale, “culturali” del territorio. La finalità è quella di contribuire a produrre i supporti conoscitivi utili ai ricercatori e a quanti saranno chiamati a compiere le scelte che determineranno il futuro della valle.
Qualunque sia il destino di quest’area, per molti aspetti ancora selvaggia e isolata, è indispensabile analizzarne prioritariamente i caratteri, la storia, le risorse, attraverso l’analisi delle fonti e la ricerca sul campo affidata a Istituti universitari ed esperti professionisti, come pure a giovani laureati attraverso borse di studio.
Un laboratorio anche nell’ambito della “tutela attiva” – alla base dell’attività del DocBi – che ha trovato, anche in Alta Valsessera, pratica attuazione; è questo il caso del recupero dell’Alp Cascinal, attuato ancor prima della costituzione della nostra associazione, e della riapertura di un tratto del percorso della transumanza lungo l’antica “strada dell’alpe”. Più recentemente è stato attivato il “restauro” di un pascolo danneggiato dai cinghiali e sono stati praticati ripetuti interventi di manutenzione dei grandi arbo dell’alpe Drisagamba e dell’alpe Self, dove cresce uno dei più maestosi esemplari di castagno del Biellese.




<b>Alta Valsessera, Alp Cascinal</b><br />foto Alfonso Sella, 1965

Alta Valsessera, Alp Cascinal
foto Alfonso Sella, 1965