La "Fabbrica della ruota"


La produzione

Il lanificio dei fratelli Zignone produceva unicamente stoffe cardate in pura lana e misto cotone o sintetico. La maggior parte del prodotto, considerato di buona qualità, era destinata al mercato nazionale, ma non mancava anche la clientela straniera. Trattandosi di un lanificio a ciclo completo tutte le lavorazioni erano concentrate nello stabilimento. Solo gli stendissaggi, o "ramme", erano disposti sul pendio oltre la strada. Grazie alla testimonianza di alcuni ex dipendenti è stato possibile ricostruire la dislocazione dei reparti produttivi all'interno della fabbrica. La documentazione conservata non consente di esprimere dati completi e precisi in merito alla quantità di metri di tessuto prodotti dall'ex Lanificio Zignone. Si ipotizza che all'inizio del Novecento le pezze da 35 metri finiti fossero circa 4000 all'anno, mentre si arrivava sicuramente ai 100 mila metri negli anni '30 grazie alle commesse militari.

<b>Pray Biellese, la "Fabbrica della ruota"; allestimento interno</b><br />foto Fabrizio Lava

Pray Biellese, la "Fabbrica della ruota"; allestimento interno
foto Fabrizio Lava