Estate alla "Fabbrica della ruota"


Dal 28 giugno, ogni domenica dalle 14:30 alle 18:30 apertura della “Fabbrica della ruota” nell’ambito della Rete Museale Biellese.


In sinergia con la Rete Museale Biellese, come negli anni scorsi la “Fabbrica della ruota” aprirà le porte ai visitatori ogni domenica pomeriggio con orario 14,30 - 18,30. Le regole di accesso e di sicurezza che tutti rispetteremo (sanificazione dei locali, contingentamento delle presenze, distanziamento, ecc.) non impediranno che la “Fabbrica della ruota” si candidi ad essere uno dei siti biellesi più visitati, ottima opportunità per quanti, impossibilitati a trascorrere lunghi periodi di vacanza all’estero o in località lontane, utilizzeranno le ferie estive per apprezzare e godere le bellezze naturalistiche, artistiche e museali del nostro territorio.


MOSTRE ALLESTITE

Al piano seminterrato verrà allestita una sintetica rassegna di alcune delle esposizioni che hanno già trovato ospitalità nei locali dell’ex lanificio Zignone, tutte inerenti ai temi del patrimonio industriale, dello sviluppo tecnico-scientifico, dell’evoluzione sociale del territorio industrializzato. Pannelli, oggetti, filmati, documenti provenienti da mostre quali “La lana e il fuoco”, “La fabbrica e la foresta”, “Dal filo di lana al filo d’acciaio”, “Sul filo della lana”, “BiellaExpo”, ecc. verranno riallestiti in un percorso espositivo nuovo che si presenta come un accattivante mix di quanto ricercato, studiato, elaborato e divulgato dalla nostra associazione in oltre trent’anni di attività.

Il piano terra ospiterà l’incontro tra tradizione e sperimentazione. La prima è rappresentata dalla sartoria artigianale di alta qualità. Una sezione dell’intero piano sarà infatti dedicata alla figura di un notissimo sarto, Giovanni Barberis Organista, che ricostruirà il suo laboratorio, con gli attrezzi, i figurini, i tessuti dei migliori lanifici biellesi, gli abiti confezionati, le riviste di moda. La piccola ma significativa mostra farà rivivere l’epoca - non così lontana, ma per le giovani generazioni quasi impensabile - delle sartorie locali, dei commercianti di stoffe, della scelta del tessuto con cui “farsi fare il vestito buono”, della fama di questo o quel sarto.

Accanto alla tradizione, ecco l’innovazione e la creatività: la curatrice Marisa Cortese propone un’anteprima di quella che sarà l’anno prossimo la grande mostra di Fiber Art e Textile Art, chiamando ad esporre una rappresentanza dei più qualificati artisti dell’area locale e nazionale. La rassegna intende essere una finestra sul mondo – quello degli artisti che utilizzano fibre, fili, tele, stoffe per dare libero corso alla propria produzione artistica – che parte dal know how della tradizione tessile e dai suoi prodotti per proiettarli su terreni del tutto diversi, spesso con esiti espressivi assolutamente sorprendenti.

Lo scenario e il fascino retro del vecchio lanificio, con macchinari, trasmissioni e attrezzi d’epoca, le sue volte, i suoi finestroni dialogano a meraviglia con le installazioni, le forme e i colori della creazione artistica contemporanea.

Appuntamento dunque alla “Fabbrica della ruota”, tutte le domeniche e a Ferragosto, a partire da domenica 28 giugno sino a metà ottobre.


PER INFO E PRENOTAZIONI:
tel. 015 766221 dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle 13

NB: La prenotazione non è obbligatoria, ma consigliata per evitare attese e assembramenti all’ingresso. Ricordiamo che in ottemperanza alle disposizioni post-covid gli ingressi saranno contingentati: ogni mezzora potranno accedere all’ecomuseo 10 persone

















Aderisci al DocBi. Sosterrai concretamente la nostra azione di tutela e valorizzazione del territorio biellese



Il 5 per mille al DocBi. La tua firma (che non costa nulla) a vantaggio del territorio, per ripartire attraverso la cultura

P. IVA 01483110027


Iscriviti alla nostra MAILING LIST