Mostra


Domenica 9 luglio alle ore 18 alla "Fabbrica della ruota" di Pray verrà inaugurata la mostra "Le forme del rame nelle opere di Mario Botta". Resterà aperta fino al 24 settembre.


Sarà esposta una selezione di modelli e oggetti prodotti dall’artigiano-artista Mario Botta scelti dai figli Doriano e Older e da Carlo Strobino, il quale ha collaborato con Mario nella loro fabbricazione. La mostra resterà aperta tutte le domeniche dalle 14 alle 19 e in altri giorni su appuntamento per gruppi e scolaresche (015766221).

Mario Botta nasce a Ronco di Cossato il 13 dicembre 1922 e scompare nell’agosto del 2006. Frequenta le scuole elementari di Ronco e fin da ragazzino impara dal fratello Sergio, di nove anni più anziano, il mestiere di idraulico e lattoniere. Nell’agosto 1945 riesce a tornare a casa dopo il servizio militare e sposa Maria Rizzo; si trasferisce a Crocemosso dove nascono i due figli Doriano e Older. Come idraulico lavora per più di trent’anni in molti acquedotti pubblici e privati in una vasta area del Biellese orientale. Per due legislature è consigliere comunale di Vallemosso.
Avendo imparato assai presto e bene a modellare e saldare lastre di rame e di ottone, con il rame fabbrica per hobby, con indubbio buon gusto, una miriade di eleganti oggetti e modelli.

Per un'approfondimento sulla sua figura e sulle opere si rimanda a Carlo Gavazzi, Il mondo in rame di Mario Botta, in "Rivista Biellese", aprile 2017.

























Aderisci al DocBi. Sosterrai concretamente la nostra azione di tutela e valorizzazione del territorio biellese



Il 5 per mille al DocBi. La tua firma (che non costa nulla) a vantaggio del territorio, per ripartire attraverso la cultura

P. IVA 01483110027


Iscriviti alla nostra MAILING LIST