Mostra


Il 19 giugno alle ore 18 verrà inaugurata alla “Fabbrica della ruota” la mostra di fotografie di Manuele Cecconello FDR: la "Fabbrica della ruota" di Pray. L'apertura della mostra è prorogata al 20 novembre.


“Fabbrica della ruota”, regione Vallefredda, 1 - Pray Biellese
dal 19 giugno al 20 novembre
apertura: fino al 9 ottobre la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18
apertura:dal 16 ottobre la domenica dalle 15 alle 18
aperta tutti i giorni su prenotazione per gruppi e scolaresche (015 766221)

Nell’arco temporale di oltre vent’anni dall’avvio della sua seconda vita - che ha visto la trasformazione della lana da materia da lavorare a elemento cardine di una cultura da recuperare, analizzare e riproporre – la “Fabbrica della ruota” ha visto al lavoro vari fotografi, da Fabrizio Lava a Dario Lanzardo, da Franco Antonaci a Lyle Roblin, senza dimenticare i collaboratori del Fotogruppo Noveis.
La visione proposta da Manuele Cecconello amplia e integra quelle che l’hanno preceduta. Accanto a inediti e suggestivi punti di vista dell’antico lanificio che l’occhio del fotografo - grazie anche all’esperienza come regista - ha saputo cogliere e interpretare, altre immagini documentano l’attuale realtà della fabbrica. In essa vi si incontra chi attraverso la ricerca produce cultura, e chi ne fruisce grazie alle visite guidate e alle proposte didattiche volte a far riconoscere ed apprezzare i saperi che secoli di attività laniere hanno sedimentato nell’edificio e nel territorio.

Manuele Cecconello (1969) inizia a fotografare a 13 anni nello studio del padre pittore. Ricercatore solitario e intransigente, viene presto a contatto con il cinema d’autore e d’avanguardia che lo instraderà verso studi umanistici, la poesia, la musica contemporanea. Gioca con le pellicole, il super 8, gli obiettivi desueti, le elaborazioni. Si dedica al cinema e al video dalla fine degli anni Ottanta, scoprendo come è fatta l’immagine in movimento attraverso la realizzazione di un centinaio di film sperimentali. Nei primi anni Duemila ibrida cinema del reale e ricerca espressiva, producendo e dirigendo con la sua società Prospettiva Nevskij vari documentari a carattere storico, lirico e antropologico che gli valgono numerosi riconoscimenti internazionali. Continua a condurre parallelamente progetti didattici, fotografici e cinematografici, di recente convergenza sulle piattaforme di comunicazione digitale.

Acquista il catalogo.

www.prospettivanevskij.it













Aderisci al DocBi. Sosterrai concretamente la nostra azione di tutela e valorizzazione del territorio biellese



Il 5 per mille al DocBi. La tua firma (che non costa nulla) a vantaggio del territorio, per ripartire attraverso la cultura

P. IVA 01483110027


Iscriviti alla nostra MAILING LIST