Progetto Bessa


Introduzione

Dal 1997 il DocBi ha promosso il “Progetto Bessa” con l’intento di migliorare la conoscenza degli aspetti archeologici, storici e protostorici della Riserva Naturale Speciale e di conseguenza valorizzare quella che è considerata la più importante miniera d’oro romana di età repubblicana. Sono stati realizzati a questo scopo i censimenti delle incisioni rupestri e delle sorgenti ed è stata pubblicata una carta archeologica di dettaglio, digitale e georeferenziata, nella quale sono state inserite tutte le evidenze relative all'impianto della miniera rilevate nel corso delle prospezioni sul terreno, con l’ausilio di foto aeree e GPS. I risultati ottenuti e la notevole conoscenza del terreno acquisita hanno permesso dal 2007 di integrare il progetto DocBi con il progetto “La Bessa come antecedente repubblicano alle miniere dell’Iberia” del CSIC (Consiglio Superiore della Ricerca Scientifica) di Madrid, diretto per la componente spagnola dal prof. Javier Sanchez Palencia e per quella italiana da Alberto Vaudagna.
Le ricerche sono state quindi concentrate sulla struttura della miniera romana mediante rilievi in microtopografia, fotointerpretazione e analisi sul terreno di zone morfologicamente significative per definire il sistema di coltivazione del giacimento e la conseguente sequenza temporale.

Testi e fotografie di Alberto Vaudagna. Per maggiori approfondimenti: www.bessa.it

<b>La Bessa</b><br />foto Alberto Vaudagna

La Bessa
foto Alberto Vaudagna