L'itinerario etnografico Cerale - Bocchetto Sessera


Il santuario del Mazzucco

Edificato nella prima metà del '600, probabilmente nel luogo in cui sorgeva un più antico pilone, era in origine dedicato alla Vergine e a San Bernardo. È stato restaurato l'affresco secentesco raffigurante la Madonna di Loreto con San Bernardo, che diede origine alla devozione e alla costruzione del santuario. Addossata alla chiesa si nota l'abitazione dell'eremita, presente qui fino all'inizio del Novecento. Un tempo il santuario conservava un gran numero di ex voto a dimostrazione della particolare devozione degli abitanti della valle Strona che vi salivano in processione, agitando le carantane. Questo avveniva due volte all'anno: in occasione del Venerdì Santo e della festa di S. Anna, l'ultima domenica di luglio, che ancora oggi si celebra.

<b>Camandona, il santuario del Mazzucco</b><br />

Camandona, il santuario del Mazzucco